Un ringraziamento finale

Scacchi cibo per la mente

Arrivati alla conclusione di un evento, soprattutto se come in questo caso di un evento durato oltre una settimana e composto da tante diverse iniziative e tornei, è doveroso fare un lungo sospiro, prendersi un attimo di riflessione provando ad assaporare e cogliere “il momento” ed infine ringraziare tutti coloro che hanno dato il proprio contributo per trasformare quanto inizialmente era solo un’idea sulla carta…in una realtà.

Lo hanno fatto nell’unico modo possibile, ovvero lavorando tutti insieme con competenza e passione come una squadra ben affiatata; cogliamo l’occasione dunque per ringraziare Francesco Gervasio (Presidente di Accademia Scacchi Milano), Fiorenza Viani (Vicepresidente di ASM), Walter Ravagnati (Presidente Onorario di ASM e Arbitro dell’evento), Mauro Torelli (Consigliere di ASM e Revisore dei nostri innumerevoli refusi) Alessandro Biancotti (Arbitro Principale), Federico Zermian (Arbitro Principale della Finale Regionale del CISU16), Andrea Sanson (Arbitro di entrambi i tornei giovanili), Michele Gisolini e Danilo Paniga (Arbitri della Finale Regionale del CISU16), Dario Mione e Giulia Russo (Responsabili Stampa e Comunicazione), Tomasina Contu (Traduttore) Paolo della Bianca (Webmaster), Valeria Ferrara (Fotografo), Luca Tramalloni (Capitano Squadra Chess Projects alla Finale Regionale CISU16) Silvia, Nicoletta e Gianni Benvenuti (Pronto Intervento Allestimenti), Marta Franzino, Margherita Piazza e Katherine Kerbaker (Hostess), Giuseppe Sgro’ (Special guest come solo lui sa essere…) e un grande nuovo amico “Iron Man” Romica (Infaticabile e prezioso uomo ovunque), il tutto sperando di non aver dimenticato nessuno.

Sappiate che ognuno di voi ha portato il proprio mattoncino per il successo della manifestazione…perchè anche se qualcuno dal di fuori proverà a convincervi del contrario non dimenticate che avete contribuito a realizzare qualcosa di unico, qualcosa che rimarrà nella storia degli scacchi di Milano e che aprirà ulteriormente la via ad altre iniziative e progetti.

Semplicemente GRAZIE, siete stati FANTASTICI!

Infine un ringraziamento speciale alla FIDE (Federation International des Echecs) e al Comune di Milano ed in particolare all’ Assessora Chiara Bisconti che hanno creduto nel progetto offrendo un imprescindibile supporto alla sua realizzazione, permettendoci di coniugare CIBO e MENTE…e di farlo in modo inconsueto grazie agli SCACCHI.

Expo Milan 2015 Chess Move – “Scacchi cibo per la mente” …per chi pensa che nutrire il proprio intelletto oltre che il proprio corpo sia fondamentale per renderci esseri umani migliori.

Matteo Zoldan

(Presidente Chess Projects ASD)

COMUNICATO STAMPA

Il filippino Salvador re di Expo Chess

Il ceco Plat stravince la maratona lampo

MILANO, 29 giugno 2015 – Alla fine è andato tutto come doveva andare. Il favoritissimo GM filippino Roland Salvador ha vinto in solitaria “Expo Milan Chess Move 2015”, il festival di scacchi disputato dal 20 al 28 giugno alla Fabbrica del Vapore di Milano, nell’ambito del più grande evento mai realizzato sul tema dell’alimentazione e della nutrizione. Salvador aveva iniziato in sordina, perdendo al secondo turno con la 17enne polacca Aleksandra Dadello, ma è riuscito a rifarsi a suon di vittorie, totalizzando infine 7,5 punti su 9 nel gruppo “international” e staccando di una lunghezza il 16enne russo Timur Radionov e di una e mezza il candidato MF e Maestro FSI Matteo Zoldan e la già citata Aleksandra Dadello.

L’unica vera sorpresa del festival è arrivata nel gruppo “national”, dove il rumeno Nicola-Alexandru Mircov, numero 12 di tabellone, si è imposto con un perentorio 6,5 su 7, lasciandosi alle spalle il favorito CM milanese Nicola D’Alfonso e l’ungherese Heorhiy Mintenko, entrambi a quota 5.

Nel gruppo “regional”, come nell’ “international”, i pronostici sono stati invece rispettati: il 16enne brianzolo Riccardo Cavalieri e il milanese Giancarlo Aloe, numeri uno e due di tabellone, hanno chiuso rispettivamente al 1° posto con 6,5 punti su 7 e al secondo con 5; terzo a 4,5 il varesino Sergio Alessandro.

Al festival hanno preso parte 48 giocatori, ma complessivamente “Expo Milan Chess Move” ha registrato 240 partecipanti, considerati anche la fase regionale del campionato italiano U16 a squadre (disputata domenica 21 giugno), la maratona lampo e il torneo semilampo U14 (entrambi sabato 27 giugno).

Come già comunicato, la fase regionale del campionato italiano U16 a squadre è stata vinta da una formazione dell’Accademia scacchi Milano, ovvero il circolo che ha organizzato l’intero evento insieme alla Asd Chess Projects. Quanto alla maratona lampo, che ha tenuto impegnati i partecipanti da mattina a sera, a dominare è stato il 21enne MI ceco Vojtech Plat, che ha totalizzato 32 punti su 32 (!), lasciandosi alle spalle il 15enne maestro Fide brianzolo Luca Moroni (da poco nella top 20 mondiale U16), secondo a 28, e il GM serbo Miroljub Lazic, terzo a 26; un plauso va anche al MF milanese Franco Misiano, quarto a 24. Oltre alla maratona, nel pomeriggio del 27 giugno è stato disputato il torneo semilampo U14, valido per la Challenge Italia Giovani: il milanese Leo Titze si è imposto con un perentorio 6 su 6, superando i conterranei Alessandro Soler (2°) e Michelangelo Astudillo (3°).

Sempre nel pomeriggio di sabato 27 il festival ha avuto un’apprezzata parentesi culturale con la presentazione del libro “Pessima mossa, maestro Petrosi”, edito da Sperling e Kupfer e in vendita da pochi giorni (sia in versione cartacea sia in versione e-book). L’autore Paolo Fiorelli, appassionato di scacchi e giornalista (è redattore del settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni), ha illustrato la sua opera prima a una folta platea, risposto alle domande del pubblico e firmato copie del romanzo, un giallo incentrato interamente sul mondo degli scacchi. Il protagonista, il grande maestro Achille Petrosi a cui fa riferimento il titolo, si improvvisa detective per indagare sull’omicidio di un avversario, il Conte Vitti, assassinato proprio prima del loro decisivo scontro diretto al torneo di Urbavia – immaginaria capitale italiana del Nobil Giuoco. Le indagini porteranno Petrosi a Cannes… la soluzione del giallo si rivelerà sorprendente e paradossale.

Il filippino Salvador re di “Expo Chess”

Salvador

Il GM filippino Roland Salvador

Alla fine è andato tutto come doveva andare. Il favoritissimo GM filippino Roland Salvador ha vinto in solitaria “Expo Milan Chess Move 2015”, il festival di scacchi disputato dal 20 al 28 giugno alla Fabbrica del Vapore di Milano, nell’ambito del più grande evento mai realizzato sul tema dell’alimentazione e della nutrizione. Salvador aveva iniziato in sordina, perdendo al secondo turno con la 17enne polacca Aleksandra Dadello, ma è riuscito a rifarsi a suon di vittorie, totalizzando infine 7,5 punti su 9 nel gruppo “international” e staccando di una lunghezza il 16enne russo Timur Radionov e di una e mezza il candidato MF Matteo Zoldan e la già citata Dadello.
L’unica vera sorpresa del festival è arrivata nel gruppo “national”, dove il rumeno Nicola-Alexandru Mircov, numero 12 di tabellone, si è imposto con un perentorio 6,5 su 7, lasciandosi alle spalle il favorito CM milanese Nicola D’Alfonso e l’ungherese Heorhiy Mintenko, entrambi a quota 5.
Anche nel gruppo “regional” i pronostici sono stati invece rispettati: il 16enne brianzolo Riccardo Cavalieri e il milanese Giancarlo Aloe, numeri uno e due di tabellone, hanno chiuso rispettivamente al 1° posto con 6,5 punti su 7 e al secondo con 5; terzo a 4,5 il varesino Sergio Alessandro.
Al festival hanno preso parte 48 giocatori, ma complessivamente “Expo Milan Chess Move” ne ha registrati 240, considerati anche la fase regionale del campionato italiano U16 a squadre (disputata il 21 giugno), la maratona lampo e il torneo semilampo U14 (entrambi il 27 giugno).

Maratona con il giallo

Il ceco Plat 1° con 32 su 32 nel blitz, Paolo Fiorelli ha presentato il suo “Pessima mossa, maestro Petrosi”

Plat

Il MI ceco Plat, dominatore della maratona lampo

Specialisti del gioco blitz e amanti dei romanzi gialli hanno riempito i locali della Cattedrale, nella storica Fabbrica del Vapore di Milano, sabato 27 giugno, in occasione della penultima giornata di “Expo Milan Chess Move”. Il festival di scacchi, organizzato nell’ambito dell’evento mondiale sull’alimentazione, è ormai alle battute finali e incoronerà domani i suoi campioni nei tornei a cadenza regolare. Nel frattempo, però, un vincitore c’è già: il 21enne maestro internazionale Vojtech Plat, dalla Repubblica Ceca, ha dominato la Maratona lampo, che ha tenuto impegnati i partecipanti da mattina a sera, totalizzando 32 punti su 32 (!!) e lasciandosi alle spalle il 15enne maestro Fide brianzolo Luca Moroni (da poco nella top 20 mondiale U16), secondo a 28, e il grande maestro serbo Miroljub Lazic, terzo a 26; un plauso va anche al maestro Fide milanese Franco Misiano, quarto a 24.
Oltre alla Maratona, nel pomeriggio è stato disputato un torneo semilampo under 14, valido per la Challenge Italia Giovani: il milanese Leo Titze si è imposto con un perentorio 6 su 6, superando i conterranei Alessandro Soler (2°) e Michelangelo Astudillo (3°).

PodioU14

Il podio del torneo U14: Astudillo (3°), Titze (1°) e Soler (2°)

Sempre nel pomeriggio il festival ha avuto un’apprezzata parentesi culturale con la presentazione del libro “Pessima mossa, maestro Petrosi”, edito da Sperling e Kupfer e in vendita da pochi giorni (sia in versione cartacea sia in versione e-book). L’autore Paolo Fiorelli, appassionato di scacchi e giornalista (è redattore del settimnale Tv, Sorrisi e Canzoni), ha illustrato la sua opera prima a una folta platea, risposto alle domande del pubblico e firmato copie del romanzo, un giallo incentrato interamente sul mondo degli scacchi. Il protagonista, il grande maestro Achille Petrosi a cui fa riferimento il titolo, si improvvisa detective per indagare sull’omicidio di un avversario, il Conte Vitti, assassinato proprio prima del loro decisivo scontro diretto al torneo di Urbavia – immaginaria capitale italiana del Nobil Giuoco. Le indagini porteranno Petrosi a Cannes… la soluzione del giallo si rivelerà sorprendente e paradossale.

Paolo_Fiorelli

Lo scrittore e giornalista Paolo Fiorelli

Saranno decisive le sfide di domani per definire il podio di tutti e tre i gironi di “Expo Milan Chess Move”, anche se le classifiche finali cominciano ormai a delinearsi. Nell’international, il favoritissimo GM filippino Roland Salvador è riuscito a riprendersi dopo l’inatteso ko subìto al 2° turno per mano della polacca Aleksandra Dadello e conduce ora solitario con 6,5 punti su 8; nel National il rumeno Nicola-Alexandru Mircov è in vetta solitario a punteggio pieno, 5 su 5, così come il 16enne brianzolo Riccardo Cavalieri nel Regional.
In attesa di conoscere i nomi dei vincitori, un bilancio la manifestazione lo può già tirare sui numeri: fra tornei a cadenza regolare, giovanili e maratona blitz i partecipanti sono stati in totale 240.

“Expo 2015 Chess Move” fa il pieno di giovani campioni!

“Expo 2015 Chess Move ” fa il pieno di giovani campioni!

IMG_8013

MILANO, 23 giugno 2015 – Expo Milan Chess Move fa il pieno di giovanissimi. All’edizione 2015 della fase regionale lombarda del campionato italiano U16 a squadre, ospitata il 21 giugno nell’ambito dell’evento – in corso alla Fabbrica del Vapore di via Procaccini a Milano –, hanno preso parte 38 squadre, ovvero oltre 150 giocatori.

EXPO - 19

A farla da padrone sono state le formazioni milanesi e ad aggiudicarsi il titolo è stata la squadra “A” dell’Accademia scacchi Milano, circolo organizzatore della manifestazione insieme a Chess Projects.

EXPO - 236

I neo-campioni hanno vinto cinque dei sei incontri disputati e ne hanno pareggiato uno, totalizzando quindi 11 punti su 12 e staccando di due lunghezze le più immediate inseguitrici, ben sei: in ordine di spareggio tecnico si sono classificate Società scacchistica Milanese “Pedoni”, Società scacchistica Milanese “Alfieri”, Excelsior “A” Bergamo, Accademia Milano “Giovanissimi”, Torre & Cavallo “1” Sarezzo (BS) e Famiglia Legnanese “A” (MI), tutte con 9 punti.

Dodici formazioni si sono qualificate alla finale nazionale dei campionati U16 a squadre: oltre alle sette appena citate ci sono anche Castelletto “A” Milano, Como “Alfieri”, Accademia Milano “Cadetti”, Accademia Milano “Allievi” e Mantova.

Archiviato il campionato U16 si prosegue con il festival, iniziato sabato 20 e diviso in tre sezioni: International (che si gioca tutti i giorni fino al 28 giugno), National e Regional (in programma solo nei week end 20-21 e 27-28). Ai nastri di partenza si sono presentati complessivamente 48 giocatori, in rappresentanza di sette Paesi. Favorito d’obbligo nell’open principale è il grande maestro filippino Roland Salvador, socio dell’Accademia scacchi Milano, neo-promossa alla massima serie (Master) nel campionato italiano a squadre. Salvador, però, è incappato in una clamorosa sconfitta al secondo turno ad opera della giovane polacca Aleksandra Dadello, che si trova a Milano insieme al padre Andrzej.

I due sono decisamente appassionati d’eccezione: Andrzej gioca il torneo national ed è un noto uomo d’affari nel suo Paese, presidente del consiglio di sorveglianza della società Votum SA, specializzata nell’aiutare le vittime di incidenti a ottenere un risarcimento da parte delle assicurazioni; Aleksandra, classe 1998, in gara nell’international, è una giocatrice di categoria magistrale, già campionessa polacca U16. La sua vittoria sul favorito della vigilia lascia decisamente aperto il torneo a qualsiasi esito.

Il prossimo fine settimana, durante il quale il festival giungerà al termine, sono in programma tre eventi collaterali di spicco, entrambi sabato, alla fabbrica del Vapore. A partire dalle 10 si terrà una maratona a cadenza lampo, che vedrà impegnati forti giocatori stranieri, su tutti il campione africano 2014 Kenny Solomon e il grande maestro serbo Miroljub Lazic, insieme ad alcuni dei migliori azzurri, fra i quali il grande maestro Danyyil Dvirnyy, campione italiano 2013, il trevigiano Daniele Genocchio, più volte vincitore della semifinale del campionato italiano, e il 15enne brianzolo Luca Moroni, da poco entrato nella top 20 mondiale under 16.

Alle 14, invece, lo scrittore e appassionato di scacchi Paolo Fiorelli presenterà il suo romanzo d’esordio, “Pessima mossa, maestro Petrosi” (Sperling & Kupfer), un giallo che vede protagonista il maestro Petrosi a cui fa riferimento il titolo, un fortissimo giocatore che si improvvisa detective quando il suo più pericoloso avversario viene trovato senza vita, proprio prima di affrontarlo nello scontro decisivo.

Fiorelli_copertina

Alle 15, infine, avrà inizio un torneo a cadenza semilampo riservato agli under 16, valido come tappa della Challenge Italia Giovani.

ChessKid.com

In attesa del gran finale non resta che assistere, da oggi a venerdì, alla lotta nel torneo principale, l’International: si gioca tutte le sere a partire dalle 19 nella sede dell’Accademia scacchi Milano, all’interno del circolo culturale “I Navigli”, in via De Amicis 17.

 

SITI UFFICIALI

http://www.chesspro.it/expomilanchessmove/

http://www.accademiascacchimilano.com

http://www.chesspro.it

 

CONTATTI

Accademia Scacchi Milano: +393287194921 – info@accademiascacchimilano.com

Asd Chess Projects: +393356948385 – info@chesspro.it

Ufficio Stampa: +393935675161 (Dario Mione) – expochess2015.press@gmail.com