Inside View – 43 Olimpiadi Batumi 2018 – 9 turno 03/10

43 OLYMPIAD BATUMI GEORGIA 2018 – 9TH ROUND

Oggi avete dovuto accontentarvi perché abbiamo avuto due problematiche diverse da gestire: la prima è che solo per oggi ci siamo dovuti spostare in un altro studio di trasmissione e questo ha richiesto lavoro e tempo. Per questa ragione, alla fine di tutto, abbiamo cominciato alle 14.00 invece che alle 13.00. 
43 OLYMPIAD BATUMI GEORGIA 2018 – 9TH ROUNDPeccato perché avremmo voluto seguire Italia-Russia sin dalla prima mossa ma non sempre è possibile fare sempre quello che si vuole. 
Come ormai sapete noi ci mettiamo tutto l’impegno possibile ed un ringraziamento doveroso va a Valeria Ferrara la nostra producer ufficiale.

Il secondo problema è che il sottoscritto è stato a lungo al Congresso della FIDE, dove al termine di tutti gli interventi (ci sono più o meno 50 punti in agenda) si è votato per il prossimo Presidente (Makropoulos o Dvorkovitch) alla fine di una campagna elettorale molto combattuta ed incerta e, come spesso avvenuto in passato, assai polemica e caratterizzata da colpi bassi e da pesanti accuse. 
In conclusione sono arrivato in sala di gioco solo alle 15.25 e ho potuto dedicarmi alle foto per 5 minuti, poi ne ho rubacchiati altri 10 sforando il tempo che abbiamo a dimostrazione.
Dunque invece delle consuete 100 fotografie – che poi diventano 60/70 – ne ho fatte solo 20 tra le quali ne ho selezionate 15. Mi sono concentrato soprattutto sulla squadra italiana maschile. 
Mi spiace per le ragazze e soprattutto per Daniela Movileanu che sono ancora riuscito a ritrarre… ma ci sono ancora due turni e sperando che giochi non mancherò di farlo! 
Le foto della giornata sono disponibili come sempre nella galleria giornaliera presente in questo sito.

Elezioni FIDE

Da oggi la massima organizzazione mondiale di scacchi ha un nuovo Presidente, si tratta del russo Arkady Dvorkovitch!
Ci saranno sicuramente dei profondi cambiamenti e ci si può azzardare a dire che è cominciata una nuova era. Speriamo che sia portatrice di tanti sviluppi positivi come chi ama gli scacchi spera.
Il ticket presentato è di tutto rispetto, dunque i presupposti ci sono. Vedremo innanzitutto come saranno composte le commissioni che sono il braccio operativo della FIDE e come andranno domani o dopodomani le elezioni per la European Chess Union che vedrà sicuramente eletti numerosi esponenti del gruppo FIDE uscente con a capo il georgiano Zuran Azmaraparashvili.

Torneo Generale – Corsa alle medaglie

Dopo la sconfitta di oggi, forse non del tutto meritata (ma il merito lascia il tempo che trova) gli USA sono con le spalle al muro: non solo devono vincere ma devono anche sperare di giocare contro la Cina nell’ultimo turno e batterla nel caso in cui la Cina vinca o pareggi con la Polonia mentre, nel caso in cui la Cina perdesse, devono vincere e sperare nel passo falso della Polonia nell’ultimo turno.
Sarà dura anche perché Caruana potrebbe essere un po’ stanco e Nakamura dopo la sconfitta di oggi e la forma dimostrata fino ad ora sarà in difficoltà, quantomeno a livello psicologico.
Comunque domani chi esce vincitore da Polonia / Cina (io spero nel pareggio perché tifo USA) sarà la favorita per la vittoria finale.
Attenzione anche all’Armenia soprattutto per la zona medaglia.

Matteo Zoldan

Leggi tutto »

Inside View 43 Olimpiadi Batumi 2018 – 7 turno 01/10

Polgar sisters

A cura del vostro inviato speciale

Sperando di incontrare il vostro interesse, provo qui a fare il punto della situazione a circa metà Olimpiade; evento che però per me è cominciato in realtà solo ieri, essendo arrivato la sera prima da Tblisi in treno, località dove ero giunto in aereo il giorno precedente, con un volo Milano-Istanbul-Tblisi.

Batumi come città è sicura e ospitale ma essendo una città nata da zero sul turismo non è particolarmente interessante sotto il profilo storico.

E’ ricca di ottimi ristoranti e alberghi (decisamente molto belli) ma poco altro, eccetto le spiagge dove però nessuno di noi qui ha tempo di andare.

43° Olimpiade di Scacchi 2018 – Inside View da BatumiL’albergo dove risiedono le squadre italiane è bello e dicono di trovarsi bene; unica cosa, non è esattamente centrale e dunque bisogna muoversi in taxi che comunque qui costano nulla, come peraltro tutto il resto.

L’organizzazione olimpica è buona con una grande pecca… la sala di gioco che è appena discreta.
Niente di drammatico ma per essere un Olimpiade non ci siamo proprio, almeno secondo me.

Innanzitutto la sede di gioco non è unica sala ma è divisa in due sale connesse da un passaggio all’aperto trasformato in una specie di tunnel.
La sala di gioco migliore, incredibilmente, è la seconda dove giocano le squadre meno forti (!) che però è senza tribune, mentre la sala di gioco principale ha tribune e spalti ma è abbastanza piccola per un evento di questo tipo.

La risultante è che i giocatori sono piuttosto vicini, gli spazi di passaggio stretti e noi giornalisti possiamo accedere con la macchina fotografica solo nei primi 30 minuti di inizio turno (10 minuti col flash) e poi possiamo rientrare ma senza fare fotografie… che per un giornalista è una cosa senza senso.
Il media center è spartano e un po’ piccolo ma soprattutto è diviso da una parete artificiale dalla zona degli stand.
Conclusione: c’è molto rumore proveniente da lì e scrivere e stare in un contesto simile 10h ti fa diventare “scemo”.

I trasferimenti dagli hotel sono gestiti bene in modo puntuale e piuttosto efficiente; il cibo non è molto vario ma è buono con prevalenza di pollo, maiale e verdura e riso e qualche torta salata, infine degli strani ravioloni con dentro la carne o la verdura a scelta.

Il clima è simile a quello del Nord Italia ma con una differenza di temperatura maggiore fra giorno e sera.

Nel complesso direi come voto un 7,5 soprattutto per i costi bassi di vita e la gentilezza della popolazione che però parla inglese solo se under 30 e non sempre.

Baku (voto 9 se non di più!) era decisamente meglio sotto tutti i punti di vista…allo stesso tempo però Tromso era decisamente peggio. Ci accontentiamo! 🙂

Fra tre giorni si vota… nessuno si sbilancia ma le voci dicono che Makropoulos sarebbe avanti con un margine dai 20 ai 30 voti e che però ci sono almeno altri 30 voti non decisi e come al solito quelli che potrebbero spostarsi in base a come percepiscono potrebbe andare. Se dovessi scomettere punterei sul candidato greco.

Vi ricordo che da domani 2 ottobre ricomincia su Chess24 e sul nostro YouTube channel il commento delle partite dalle 13.00/13.30 alle 19.00/19.30.
Commenteranno in italiano IM Oskar Wieczorek e M. Ludwig Rettore.

FOLLOW AND STAY WITH US!!

Pronostico finale: gli USA vincono ancora per la seconda volta a livello maschile e l’Ucraina a livello femminile…ovvero vincono di fatto le favorite iniziali 🙂

Alla prossima da Batumi. Stasera party di Dvorkovitch a sostegno della sua candidatura, per abnegazione sono costretto ad andare 😉 ma d’altronde per dovere a questo punto dovrò essere presente anche agli altri party dei candidati, per non fare differenze.

Matteo Zoldan

Leggi tutto »